Che tipo di investimenti posso fare alle Canarie?

Le Isole Canarie, oltre ad essere una fantastica meta turistica per tutti gli amanti di mare, divertimento e natura, rappresentano un punto di riferimento per gli investimenti internazionali, essendosi dotate di una struttura capace di attrarre un gran numero di imprenditori e capitali dall’estero.

 

Legittimità

 

Le Isole Canarie non rientrano nella lista nera dei cosiddetti paradisi fiscali e fanno parte a tutti gli effetti della Comunità Europea soggiaciendo alle sue leggi ed ai suoi standard.

Questi elementi rappresentano una vera e propria tutela per gli investitori e risultano spesso decisivi nella scelta del Paese dove far fruttare i propri capitali.

Non a caso la crescita e lo sviluppo delle Isole Canarie nell’ultimo decennio è vertiginosa ed è frutto di politiche lungimiranti e volte a favorire il mercato del lavoro e l’ingresso di nuovi capitali.

 

Vantaggi fiscali

 

  • Trai più considerevoli vantaggi concessi dalla politica fiscale delle Isole Canarie vi sono:
  • tassazione fino al 4% per le nuove aziende che reinvestono nell’economia del territorio (creazione di un numero minimo di posti di lavoro, investimenti medi di circa centomila euro nei primi due anni di creazione della nuova attività).
  • Assenza dell’IVA, sostituita dall’ IGIC, una tassa ordinaria che grava solo per circa il 7%.
  • Tassazione al 13,5% per beni e servizi di lusso
  • Tassazione azzerata per beni e servizi legati alla sfera della salute, alla produzione di acqua, alla realizzazione di ricerche e sviluppo e, in presenza di determinati fattori, per l’acquisizione di beni d’investimento.
  • Programmi pubblici di finanziamento per coloro i quali si adoperano nella formazione dei lavoratori di tutti i campi.

 

Campi di investimento

 

La valutazione dei numerosi punti summenzionati porta alla logica conseguenza di stabilire come estremamente favorevoli gli investimenti nel settore immobiliare (sia turistico che abitativo, senza disdegnare investimenti prettamente legati all’acquisizione di immobili aziendali), nei servizi (ristorazione, ricettività alberghiera, web), in ambito linguistico (ricezione dei turisti, redazione di progetti legati allo sviluppo ed all’attrazione di investimenti comunitari, partenariati con realtà di paesi terzi), nell’import-export (settore aiutato anche dalla vasta ed articolata rete di porti ed aeroporti), nel campo della formazione professionale (soprattutto in settori all’avanguardia come la biotecnologia, la robotica, le energie rinnovabili, la telematica, la tecnologia alimentaria e marina, la gestione ambientale).

Inoltre, le due zone franche (Gran Canaria e Tenerife) all’interno delle quali non vengono imposte tasse indirette, aiutano l’investimento per tutto ciò che riguarda la produttività: lavorazione e trasformazione (di prodotti, semi lavorati e materie prime), trasporto, stoccaggio, immagazzinamento o distribuzione di merci.

Un altro settore che la fa da padrone è sicuramente l’industria del divertimento e tutto l’indotto di cui si caratterizza, si parla quindi di locali, discoteche, bar e luoghi di ritrovo.

Da non sottovalutare anche il settore delle manutenzioni vista l’ampia rete di macchinari che coinvolgono alberghi, esercizi commerciali e turistici.

 

In buona sostanza investire e vivere alle Canarie può essere una decisione davvero capace di cambiare la vostra vita e può rappresentare una via facile e sicura per investire e far incrementare il vostro patrimonio.