Come creare uno spot pubblicitario

Lo scopo di ogni attività promozionale (e quindi anche uno spot pubblicitario) è, in estrema sintesi, quello di vendere un prodotto o servizio.

Purtroppo però non sempre la vendita è un processo immediato. Non basta infatti far sapere ai potenziali clienti che un prodotto esiste, ma bisogna offrire loro delle motivazioni valide per acquistare.

Uno spot serve proprio a questo, attraverso una narrazione offre buone ragioni, a chi guarda, per acquistare un prodotto piuttosto che un altro.

Poiché siamo continuamente bombardati da messaggi pubblicitari, gli spot finiscono spesso per restare inosservati e così la loro efficacia si riduce notevolmente.

Ma come fare allora per creare pubblicità che diano buoni ritorni?

Una possibile strada è quello di seguire uno schema narrativo in cui, innanzitutto si fa in modo da attirare l’attenzione dell’utente, quindi si sviluppa una storia che, in conclusione, serva ad invogliare all’acquisto.

 

Come attirare l’attenzione

 

Per farsi notar ci sono infiniti modi, ma in uno spot non è sufficiente ricercare soltanto la visibilità del generico utente, bisogna piuttosto far sì che siano i potenziali clienti ad essere attratti dalla pubblicità.

Un metodo efficace è quello di iniziare la narrazione ponendo in evidenza una situazione che potrà poi essere risolta con il prodotto o servizio che si desidera promuovere.

In questa fase è fondamentale che lo spettatore senta sua la situazione proposta e si identifichi nei protagonisti.

Se ciò avviene, sarà automaticamente invogliato a guardare il resto della pubblicità.

 

Sviluppare la storia

 

Una volta attirata l’attenzione è importante anche mantenerla.

A questo scopo è utile realizzare uno spot che abbia forza narrativa e si imprima facilmente nella memoria dello spettatore.

Lo sviluppo può a sua volta dividersi in due fasi: la prima in cui si estremizza il problema evidenziato e porta l’utente a pensare che deve essere risolto ad ogni costo, la seconda introduce la conclusione in cui il prodotto venduto sarà “la” soluzione.

 

Concludere lo spot

 

Se nelle prime fasi non è necessario (anzi, è meglio) non nominare il prodotto sponsorizzato, nelle battute finali deve essere lui l’assoluto protagonista e l'”eroe” della storia grazie al quale tutto viene risolto.

 

Immagini, musica e parole, come utilizzarle al meglio

 

Anche in uno spot video non bisogna mai sottovalutare il potere della musica e delle parole.

Può capitare infatti che l’utente tenga acceso lo schermo, ma stia contemporaneamente svolgendo altre attività.

Musica e dialoghi attireranno quei potenziali clienti distratti nel momento in cui arriva loro il messaggio pubblicitario.

Le immagini rafforzeranno lo spot quando si avrà la piena attenzione dello spettatore.

 

La coerenza, un requisito fondamentale

 

Durante la realizzazione di spot pubblicitari di solito si sponsorizza un singolo prodotto o servizio, non bisogna dimenticare però che una singola pubblicità deve essere parte di una più ampia strategia di marketing aziendale.

A questo scopo è importante che il messaggio pubblicitario dia un’immagine del prodotto coerente rispetto a tutte le altre azioni messe in campo e sia esso stesso uno dei pilastri su cui costruire le future attività promozionali.