A cosa servono gli esercizi kegel per l’uomo

Gli esercizi di Kegel, detti anche “esercizi della contrazione”, derivano il loro nome da quello del loro inventore, Arnold Kegel.

Arnold Kegel, ginecologo statunitense degli anni Quaranta, ha inventato questi esercizi che consistono in contrazioni volontarie del pavimento pelvico.

Praticati anche dagli uomini, e non solo dalle donne, mirano a attenuare e risolvere problematiche correlate all’incontinenza, riducendo di gran lunga le perdite involontarie di urina, e apportano miglioramenti al terribile problema dell’eiaculazione precoce.

Intervengono sulla muscolatura pelvica, la rafforzano e la rieducano.

I muscoli pelvici sono muscoli volontari, ma generalmente non vengono allenati.

Un rilassamento eccessivo della muscolatura pelvica in un uomo può essere legato a problemi di obesità, stress eccessivo, traumi fisici o dipendere da problemi alla prostata o da altre patologie.

 

Esercizi Kegel per uomo: in cosa consistono?

 

Gli esercizi di Kegel per uomo prima di essere eseguiti necessitano dello svuotamento completo della vescica.

A questo punto bisogna individuare il muscolo pubococcigeo.

Per individuarlo bisogna provare lo stimolo di urinare e arrestare subito il flusso.

La contrazione avvertita corrisponde al muscolo pubococcigeo che si trova tra l’ano e il glande.

Durante la giornata, vanno eseguite tre serie da dieci ripetizioni di contrazioni per 5-10 secondi l’una, senza trattenere il respiro.

Gli esercizi Kegel uomo possono essere eseguiti ovunque perché sono molto facili da eseguire.

All’inizio può risultare difficile individuare facilmente e allenare solo questo muscolo, perché sono allenati anche quelli circostanti ma con l’allenamento costante si acquisisce pratica e diviene tutto più semplice.

Come per ogni tipo di esercizio o allenamento bisogna prima consultati con uno specialista, perché non è detto che non comportino controindicazioni.

Benefici apportati dagli esercizi Kegel per uomo nella sfera sessuale

 

Gli esercizi Kegel per uomo, in ambito sessuale, sono molto efficienti ed efficaci.

Grazie a questi esercizi migliora notevolmente la capacità di controllo sull’orgasmo.

Infatti, sono considerati un toccasana contro l’eiaculazione precoce.

L’uomo, proprio riuscendo a dominare la pulsione del muscolo pubococcigeo, riesce a gestire le spinte eiaculatorie, e a ritardare l’orgasmo.

Inotre, gli esercizi di Kegel costituiscono un valido rimedio contro la disfunzione erettile.

Eseguiti con costanza riescono a far durare più a lungo l’erezione.

L’orgasmo si raggiunge più facilmente e con un grado di piacere di intensità maggiore.

Allenandosi ogni giorno e per tre volte al giorno è possibile riscontrare risultati effettivi già nell’arco di poche settimane.

Ma i risultati non arrivano per tutti sin da subito, per cui bisogna non arrendersi e continuare a praticare con pazienza e costanza gli esercizi di Kegel.

Possono occorrere anche 3-4 mesi prima di vedere il raggiungimento di miglioramenti e un rafforzamento delle pareti pelviche.

Svolgendo con continuità questi esercizi è possibile ridare tono muscolare alle pareti pelviche e trovare sollievo difronte a problematiche come l’incontinenza e la disfunzione erettile che pongono in imbarazzo e fanno sentire a disagio.